Vai al contenuto principale

Seguici su

Location: https://www.aca.unito.it/robots.html
Logo di Corso di studio in Amministrazione e Controllo Aziendale
Location: https://www.aca.unito.it/robots.html
Location: https://www.aca.unito.it/robots.html
Oggetto:
Oggetto:

DIRITTO DEGLI ENTI DEL TERZO SETTORE

Oggetto:

RIGHT OF THE ENTITIES OF THE THIRD SECTOR

Oggetto:

Anno accademico 2024/2025

Codice attività didattica
MAN0535
Docenti
Claudia Sartoretti (Titolare del corso)
Maria Giulia Salvadori (Titolare del corso)
Corso di studio
AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO AZIENDALE - percorso: Amministrazione e sistemi amministrativi
AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO AZIENDALE - percorso: Controllo di gestione
AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO AZIENDALE - percorso: Libera Professione e Consulenza
AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO AZIENDALE - percorso: Management Pubblico
Anno
2° anno
Periodo
Secondo semestre
Tipologia
A scelta dello studente
Crediti/Valenza
5
SSD attività didattica
IUS/21 - diritto pubblico comparato
Erogazione
A distanza
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Orale
Tipologia unità didattica
corso
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento si propone di far conoscere agli studenti il c.d. "terzo settore" nella sua dinamica pubblico-privato. Il concetto di terzo settore (o settore non-profit) presuppone l'esistenza nel sistema economico e sociale di un primo settore (lo Stato) e di un secondo (il mercato). In tal senso il t. s. rappresenta quell'insieme di attività produttive che non rientrano né nella sfera dell'impresa capitalistica tradizionale (poiché non ricercano un profitto), né in quella delle ordinarie amministrazioni pubbliche (in quanto si tratta di attività di proprietà privata).

La legislazione italiana sul terzo settore, per quanto originale e fortemente innovativa, non costituisce tuttavia un caso isolato in Europa. Una parte dell'insegnamento sarà dedicata all'analisi comparatistica con particolare riguardo agli altri ordinamenti europei e ad alcuni casi extra-europei come ad es. gli Stati Uniti. 

The course aims to introduce students to the so-called "third sector" in its public-private dynamic. The concept of a third sector (or non-profit sector) presupposes the existence in the economic and social system of a first sector (the state) and a second (the market). In this sense the t. s. represents that set of productive activities that fall neither in the sphere of traditional capitalist enterprise (since they do not seek a profit), nor in that of ordinary public administrations (as it concerns private property activities).

Italian legislation on the third sector, however original and highly innovative, is not an isolated case in Europe. A part of the course will be dedicated to comparative analysis with particular regard to other European legal systems and to some extra-European cases such as eg. the United States.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine del Modulo, gli studenti e le studentesse dovranno avere acquisito una conoscenza di base circa i profili giuridici del Terzo settore.

All'acquisizione di conoscenze formali si dovrà affiancare altresì una serie di competenze aggiuntive:

Conoscenza e capacità di comprensione:

  • Lo studente/la studentessa dovrà essere in grado di organizzare le conoscenze acquisite e di distinguerne la attinenza e rilevanza  

Gestione della conoscenza (comprensione e applicazione):  

  • Lo studente/la studentessa dovrà essere in grado di conoscere e sapersi orientare nella complessa normativa riguardante il variegato universo degli Enti del Terzo Settore.

Autonomia di giudizio:

  • Lo studente/la studentessa dovrà saper comprendere e valutare criticamente e personalmente le vicende legate al mondo degli Enti del Terzo Settore

Abilità comunicative:

  • Lo studente/la studentessa dovrà essere in grado di utilizzare un linguaggio giuridico basilare ma appropriato
  • Lo studente/la studentessa dovrà essere in grado di spiegare le conoscenze acquisite con adeguata sintesi, chiarezza espositiva ed opportuna selezione degli argomenti

Capacità di apprendimento

  • Lo studente/la studentessa dovrà sviluppare un metodo di studio adeguato alle materie giuridiche
  • Lo studente/la studentessa dovrà essere in grado di utilizzare in modo proficuo i vari materiali didattici messi a disposizione (manuale, slides, materiali multimediali, ecc.).

 

At the end of the Module, the students should have acquired a basic knowledge of the Third Sector. Besides formal knowledge, the students will have to acquire the following additional skills and competences:

Knowledge and comprehension skills:

  • The student will have to be able to select relevant information and to chart the priority/importance of the notions acquired

Knowledge management (understanding and application):

  • Students must demonstrate to have understood the meaning of the third sector with reference to its subjects, its objectives, its functions and activities.  

Communication skills:

  • The student will have to be able to use a proper - although basic - legal terminology
  • The student will have to be able to explain the knowledge he/she acquired, though short, clear and properly selected arguments 

Learning skills:

  • The student will have to be able to develop an appropriate method of study 
  • The student will have to be able to use the various teaching materials provided (textbook, slides, multimedia materials, etc.) in a fruitful way.
Oggetto:

Programma

Con l’industrializzazione e la globalizzazione si è avvertita maggiormente l’esigenza di mitigare i costi sociali e di dar vita a nuove forme di cooperazione e associazionismo mutualistico in grado di avviare una vera e propria “economia sociale”. Alla base vi è l'idea di èconomie sociale che consente di ricomprendere tutte quelle iniziative economiche che si differenziano dal modello di impresa e che hanno trovato sbocco nel periodo in cui i vari Paesi attraverso un’operazione di revirement hanno rivalutato la funzione e le capacità delle politiche sociali.

Partendo da queste premesse, il corso intende offrire un quadro di insieme (anche in una prospettiva comparata e di diritto europeo) sugli organismi senza scopo di lucro che competono con l’impresa commerciale avvalendosi di un’imprenditorialità volta alla solidarietà. 

Il corso, in modo più dettagliato, si sviluppa in due parti. Una prima parte, più generale, è dedicata all’approfondimento del concetto di "terzo settore", che comprende una realtà molto vasta, a cui afferiscono, per esempio, associazioni di volontariato e servizio civile, imprese sociali, ex Onlus e tutti quegli enti che, più genericamente, perseguono finalità solidaristiche o sociali senza scopo di lucro. Una particolare attenzione è dedicata anche ai principi generali su cui il terso settore si basa (solidarietà, uguaglianza, partecipazione e sussidiarietà). Una seconda parte è invece rivolta più specificatamente al volontariato e ai i suoi protagonisti: le organizzazioni di volontariato, i volontari, l’attività da questi posta in essere.

With industrialization and globalization, the need was felt to mitigate social costs and to create new forms of cooperation and mutual associationism capable of initiating a real "social economy". The original idea of ​​social economy allows us to include all those economic initiatives which differ from the business model and which found an outlet in the period in which the various countries through a revirement operation re-evaluated the function and capabilities of social policies.

Starting from these premises, the course intends to offer an overall picture (also in a comparative perspective and of European law) on the non-profit organizations that compete with the commercial enterprise by making use of entrepreneurship aimed at solidarity.

The course is developed in two parts. A first part, more general, is dedicated to the deepening of the concept of "third sector", which includes a very large reality, to which, for example, voluntary associations and civil service, social enterprises, former non-profit organizations belong. Particular attention is also paid to the general principles on which the third sector is based (solidarity, equality, participation and subsidiarity). A second part is aimed more specifically at volunteering and its protagonists: voluntary organizations, volunteers, the activity they put in place.

Oggetto:

Modalità di insegnamento


Erogazione ONLINE -
L'insegnamento prevede 15 ore di lezione ONLINE.

Lezioni, analisi e discussione in classe di specifiche tipologie di enti del Terzo settore

Lessons, in-class debate and analysis of single cases of Third Sector entities

 
Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame consiste in un colloquio orale

The exam consists of an oral interview

Testi consigliati e bibliografia



Oggetto:
Libro
Titolo:  
Diritto del Terzo settore
Anno pubblicazione:  
2021
Editore:  
Il Mulino
Autore:  
Consorti, Gori, Rossi
ISBN  
Obbligatorio:  
Si
Oggetto:

M.Ghione, Manuale di diritto del terzo settore, Cedam 2023

Ulteriore bibliografia sarà indicata all'inizio delle lezioni

M.Ghione, Manuale di diritto del terzo settore, Cedam 2023

Further recommended bibliography will be indicated at the beginning of the lessons

 



Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 29/04/2024 12:55
Location: https://www.aca.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!